You are hereRavenna e i suoi mosaici

Ravenna e i suoi mosaici


By Barbara - Posted on 09 January 2020

Versione stampabileVersione stampabileInvia a un amicoInvia a un amico
Ravenna città dei mosaici è uno scrigno d’arte, di storia e di cultura di prima grandezza, tre volte capitale fra il V e VIII secolo la cui magnificenza ha lasciato grandi testimonianze giunte fino a noi.
Data: 
Sab, 04/04/2020 - Dom, 05/04/2020
Tipologia: 
weekend
Costo: 
0 euro
Data limite iscrizioni: 
Sab, 21/03/2020
Info per email: 
info@camminalento.com
Scheda breve viaggio: 

Ravenna scrigno d’arte, di storia e di cultura. Tre volte capitale fra il V e VIII secolo, tra le sue antiche mura si conserva il più ricco patrimonio di mosaici dell’umanità. Per questa ragione i suoi edifici religiosi paleocristiani e bizantini sono stati riconosciuti patrimonio mondiale da parte dell’Unesco: il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, il Battistero degli Ariani, la regalità della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo eretta da Teodorico il Grande, re degli Ostrogoti. La Cappella di Sant’Andrea, dove si celebra il Cristo trionfante, il maestoso il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di San Vitale, massimo tesoro dell’età paleocristiana. Fuori città, elegantissima, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe esalta nell’abside Cristo e Sant’Apollinare, primo vescovo e patrono.
La bellezza dei mosaici quindi, ma non solo: Ravenna è romana, gota, bizantina, ma anche medioevale, veneziana e infine contemporanea, civile e ospitale, a Ravenna si può passeggiare tra le torri campanarie e chiostri monastici, passando dal romanico al gotico, dagli affreschi giotteschi di Santa Chiara al barocco dell’abside di S. Apollinare Nuovo;.

 

AllegatoDimensione
Ravenna massima.pdf483.04 KB
Atre immagini: