You are herePistoia, oppidum romano sulla via Cassia

Pistoia, oppidum romano sulla via Cassia


By Barbara - Posted on 09 January 2020

Versione stampabileVersione stampabileInvia a un amicoInvia a un amico
Fondata in epoca romana divenne nel II secolo a.C. un oppidum di Roma. Pistoia come libero comune nel 1117 approvò lo statuto dei consoli del Comune di Pistoia, la più antica raccolta scritta di leggi, regolamenti e consuetudini dell'età comunale a noi pervenuta.
Data: 
Sab, 09/05/2020 - Dom, 10/05/2020
Tipologia: 
weekend
Costo: 
0 euro
Data limite iscrizioni: 
Ven, 24/04/2020
Info per email: 
info@camminalento.com
Scheda breve viaggio: 

Pistoia divenne nel II secolo a.C. un oppidum di Roma, nel V secolo divenne importante sede vescovile. Fu conquistata dai Goti, Bizantini, Longobardi e Franchi. Sotto i longobardi Pistoia fu elevata al rango di città e conobbe uno sviluppo demografico ed economico che continuò anche quando la città passò sotto l'orbita degli imperatori tedeschi. Pistoia divenne libero comune e nel 1117 fu approvato lo statuto dei consoli del Comune di Pistoia, la più antica raccolta scritta di leggi, regolamenti e consuetudini dell'età comunale a noi pervenuta. Essendo Pistoia al crocevia di grandi direttrici commerciali si crea un ceto mercantile molto attivo con famiglie pistoiesi di mercanti-banchieri attivi in Francia, considerato il periodo di maggior splendore di Pistoia. L'11 aprile 1306, Pistoia si arrese ai fiorentini e i lucchesi, perdendo così la sua autonomia. Con la perdita dell'autonomia nel XIV secolo iniziò una crisi sociale ed economica ma con la nascita del Granducato di Toscana Pistoia ritornò nodo politico e culturale. Nel 1861 Pistoia, come il resto della Toscana, venne annessa al Regno d'Italia.

AllegatoDimensione
Pistoia, oppidum romano sulla via Cassia.pdf263.11 KB
Atre immagini: